Lombardia: 1,5 mln per nuova caserma Arma a Caravaggio (Bergamo)

Red-Alp
·2 minuto per la lettura

Milano, 10 nov. (askanews) - La Giunta regionale lombarda ha approvato l'ipotesi di accordo di programma per la realizzazione della nuova caserma dei carabinieri nel Comune di Caravaggio (Bergamo), con competenza territoriale estesa oltre che al Comune di Caravaggio, anche a quelli di Arzago d'Adda, Calvenzano, Fornovo San Giovanni, Misano di Gera d'Adda, Mozzanica. Lo ha riferito in una nota, Regione Lombardia, spiegando che la nuova struttura è in sostituzione dell'attuale sede, non più adeguata all'espletamento delle funzioni e che richiederebbe interventi onerosi per la sua ristrutturazione. L'edificio a tre piani, con aree operative/logistiche e residenziali (caserma di tipo"B"), verrà realizzato su un'area di proprietà comunale facilmente accessibile e ritenuta logisticamente idonea dal Comando legione carabinieri Lombardia- SM ufficio Logistico, che ha altresì espresso parere favorevole sul progetto di fattibilità tecnico-economica. L'insieme di interventi, nel loro complesso, comporta una spesa di 1,8 milioni di euro, finanziati da risorse regionali per 1,5 milioni di euro e da risorse comunali per la restante quota di 300mila euro. Il progetto prevede l'avvio dei lavori a maggio 2021 e l'ultimazione e il collaudo a settembre 2022, mentre l'approvazione dell'accordo di programma è previsto entro la metà del mese di dicembre. "Regione Lombardia - ha dichiarato l'assessore alla Programmazione negoziata, Massimo Sertori - ha condiviso fin dall'inizio la scelta strategica dei Comuni aderenti all'accordo: abbiamo l'obiettivo primario non solo di rilanciare il territorio ma di assicurare a tutti i territori interessati i più elevati livelli di tutela e di sicurezza per le loro comunità e per farlo, Regione ha investito risorse importanti attraverso lo strumento della programmazione negoziata". "La nuova caserma - ha affermato l'assessora alle Infrastrutture, Claudia Maria Terzi - sarà uno strumento importante nell'opera di tutela della nostra sicurezza che i Carabinieri garantiscono quotidianamente. È necessario infatti che le forze dell'ordine possano disporre di strutture funzionali: il contributo di Regione segnala il nostro impegno in questo senso".