Lombardia: 2,5 mln per potenziamento e innovazione tecnologica laboratori Its

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 14 lug. (Adnkronos) – Acquisto di strumentazioni e macchinari utili all'acquisizione di conoscenze tecniche e digitali per formare i giovani con competenze maggiormente richieste dalle imprese. Queste le finalità dello stanziamento di 2,5 milioni di euro che Regione Lombardia mette a disposizione delle Fondazioni Its, un tempo Istituti tecnici superiori e ora, a seguito dell'approvazione della recente legge di riforma, diventati Istituti tecnologici superiori (Its Academy).

"Siamo la regione con il più alto numero di iscritti e di corsi, risultato di tutto l'impegno che mettiamo in questo fondamentale settore formativo -spiega l'assessore alla Formazione e al Lavoro, Melania Rizzoli-. Ogni nuova possibilità di investimento nel sistema Its equivale ad una nuova occasione per i nostri giovani. Le risorse messe in campo rappresentano una parte degli sforzi che Regione Lombardia riserva all'alta formazione. A questo proposito, colgo l'occasione per ringraziare l'assessore allo Sviluppo economico Guido Guidesi per il sostegno".

"Le nostre Fondazioni -proegue Rizzoli- potenzieranno i propri laboratori e gli studenti gioveranno di un sistema di maggiore qualità. Inoltre, con la recente riforma sugli Its e grazie alle risorse previste dal Pnrr cresceremo ancora di più rispetto ai risultati già raggiunti. Regione Lombardia ha progetti molto ambiziosi per il futuro dei giovani lombardi e i fattori circostanti possono solo che aiutarci". L'obiettivo finale è permettere al sistema Its, che garantisce un tasso di inserimento lavorativo che supera l'80% entro un anno dal conseguimento del diploma, di allinearsi alle reali esigenze del mercato del lavoro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli