In Lombardia abbattuti 9.200 cinghiali durante stagione 2019-2020

Red-Asa

Milano, 18 giu. (askanews) - Nella stagione venatoria 2019/2020 in Lombardia sono stati abbattuti 9.200 cinghiali, 1.827 in pi rispetto alla stagione precedente. Lo ha evidenziato in una nota l'assessore regionale lombardo all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi, presentando gli interventi messi in campo per contenere il cinghiale in Lombardia. "Ci siamo mossi subito per dare piena attuazione alla nuova legge regionale che prevede la possibilit di effettuare la caccia di selezione al cinghiale durante tutto l'anno anche nelle ore serali con visore notturno e che ha diversificato anche il periodo relativo alla caccia di selezione per altri ungulati. Ricordo che abbiamo anche introdotto la possibilit di utilizzare la tecnica del foraggiamento, ossia il posizionamento di piccole quantit di cibo per attirare il cinghiale".

"La Lombardia dimostra con i fatti di essere all'avanguardia nazionale nella gestione della fauna selvatica. Abbiamo predisposto interventi provincia per provincia per contenere un animale che sta devastando le coltivazioni e che rappresenta un pericolo per la sicurezza dell'uomo, come dimostrano i dati. In Lombardia abbiamo un incidente ogni tre giorni causato dai cinghiali" ha aggiunto.

Il totale degli abbattimenti di cinghiali per singola provincia (controllo + caccia di selezione + caccia collettiva) nella stagione venatoria 2019/20 cos suddiviso: Bergamo 1.181 (l'anno precedente erano 941) Brescia 1.241 (l'anno precedente erano 614) Como 2.189 (l'anno precedente erano 1.916) Cremona 119 (l'anno precedente erano 152) Lecco 306 (l'anno precedente erano 260) Lodi 4 (l'anno precedente erano 6) Milano 12 (l'anno precedente erano 8) Pavia 2.332 (l'anno precedente erano 1.973) Sondrio 362 (l'anno precedente erano 279) Varese 1.452 (l'anno precedente erano 1.222) Totale Lombardia 9.198 (l'anno precedente erano 7.371).