Lombardia: assemblea regionale ricorda Penati

webinfo@adnkronos.com

Prima di iniziare i lavori dell’Assemblea, il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Alessandro Fermi, ha voluto ricordare Filippo Penati, venuto a mancare lo scorso 9 ottobre dopo una lunga malattia. Penati è stato consigliere regionale nella IX Legislatura (2010-2013) e Vice Presidente del Consiglio regionale fino al 2011. 

“Lo animava una sincera passione politica -ha voluto sottolineare il Presidente Fermi-, unita alla capacità di mettersi in gioco con determinazione. Dopo il suo ritiro dalla politica attiva, ha vissuto con grande dignità la malattia e le prove che ha dovuto affrontare. Una perdita che trova unanime cordoglio tra gli amici e gli avversari con i quali si rapportava con lealtà e schiettezza. Alla famiglia, e a tutti coloro che gli hanno voluto bene, va il cordoglio di tutta l’Assemblea”. 

Nato a Monza 66 anni fa, è deceduto a Sesto San Giovanni (MI), la città dove è stato Sindaco dal 1994 al 2001 e assessore al Bilancio e all’Urbanistica dal 1985 al 1993. Eletto nel 2004 Presidente della Provincia di Milano, rimase in carica fino al 2009. Nel 2010 è stato candidato Presidente del Centrosinistra alle Regionali. Militante del Partito Comunista Italiano dagli Anni ’80 e poi del Partito Democratico, nel quale è stato capo della segreteria politica di Pier Luigi Bersani, allora segretario del PD. Prima di dedicarsi alla politica a tempo pieno ha svolto la professione di insegnante e di assicuratore. Amava scrivere: due i romanzi dati alle stampe. Alla breve cerimonia, che si è conclusa con un minuto di silenzio, erano presenti i figli Simone e Ilaria con la loro mamma, Rita.