Lombardia: assessore Locatelli, 3,2 mln per vita indipendente disabili

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 17 mar. (Adnkronos) – È stata approvata oggi dalla giunta regionale della Lombardia la delibera di riparto dei fondi aggiuntivi nazionali per l'emergenza Covid. Si tratta di 3.280.000 euro per ampliare la platea delle persone con disabilità che vogliono realizzare un progetto di vita indipendente. Lo rende noto Alessandra Locatelli, assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità.

"È un importante contributo destinato ad ulteriori 41 ambiti territoriali, che si vanno ad aggiungere ai 25 già attivi, per incentivare le persone con disabilità grave ad intraprendere una scelta di vita indipendente", sottolinea l'assessore, che in questa delibera ha inserito "alcune modifiche di semplificazione nella presentazione delle domande di accesso ai fondi per la non autosufficienza, anche se per i beneficiari che usufruiscono della misura B1 è già stata data la possibilità di rinnovo automatico della domanda fino al 30 di aprile".

L'obiettivo dei prossimi mesi "sarà quello di lavorare per migliorare le modalità di riparto del Fondo non autosufficienza, attraverso il confronto con le associazioni del territorio, per rispondere in modo più adeguato alle nuove esigenze delle famiglie, in particolare quelle che si trovano più in difficoltà. Nelle prossime sedute di Giunta, inoltre, presenterò anche il piano di riparto per il Fondo Nazionale per i caregiver e per l'emergenza nazionale Covid, destinato alle persone con gravissima non autosufficienza. Attraverso questi due ulteriori provvedimenti – conclude l'assessore – andremo a supportare le persone e le famiglie che hanno subito in modo più pesante le conseguenze della pandemia".