Lombardia, Baffi: una legge per scoraggiare violenza su sanitari

Red-Mch

Milano, 17 giu. (askanews) - La proposta di legge sulla sicurezza degli operatori sanitari nelle strutture ospedaliere della Lombardia ha "l'obiettivo discoraggiare e contrastare ogni possibile atto di violenza sul personale sanitario e sociosanitario,mettendo in atto a livello regionale azioni di monitoraggio sui luoghi di lavoro e interventi per la prevenzione del rischio". Lo ha sottolineato il consigliere regionale della Lombardia di Italia Viva, Patrizia Baffi, in una nota in cui viene ricordato che dal 2016 sono state quasi 5000 le aggressioni ai danni degli operatori sanitari, nella maggior parte dei casi nei pronto soccorso (1.447 casi) e nei reparti di psichiatria (964 episodi).

"Il testo approvato dalle Commissioni Affari istituzionali e Sanit il risultato dello sforzo profuso dal Gruppo di lavoro, di cui sono stata componente, che riuscito a fare una sintesi dei due testi presentati da maggioranza e opposizione per rendere il documento efficace", ha aggiunto Baffi.

L'auspicio "che in aula consiliare il progetto di legge venga approvato all'unanimit e che Regione Lombardia individui al pi presto le risorse necessarie a dare attuazione al testo che sar sottoposto al voto definitivo del Consiglio regionale tra due settimane".