Lombardia, Bussolati (Pd): passano i mesi ma i bonus restano

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 15 nov. (askanews) - "Passano i mesi ma i bonus restano. Anche nel mese di settembre sono state ben 15 su 42 le direttrici che non hanno rispettato lo standard minimo di affidabilità e su cui scatterà il diritto al bonus per i pendolari". Il consigliere regionale lombardo del Pd Pietro Bussolati ribatte con i dati diffusi oggi da Trenord sull'affidabilità del servizio nel mese di settembre all'assessore regionale ai Trasporti Terzi, che - si legge in unan nota dell'esponente dem - solo ieri ha chiesto ai pendolari di avere pazienza e ha liquidato come "sedicenti" i comitati pendolari che denunciano ogni giorno le pessime condizioni in cui sono costretti a viaggiare.

"Il primato della linea peggiore è della Brescia-Piadena-Parma - sottolinea Bussolati - ma non vanno molto meglio la Tirano-Milano, la Lecco-Como, la Piacenza-Milano, la Stradella- Milano, l'Alessandria-Milano, la Mortara-Novara, la Pavia-Alessandria, la Voghera-Piacenza e la Asso-Milano".

"Tutte linee utilizzate ogni giorno da migliaia di pendolari-conclude Bussolati - in tutta la Lombardia, costretti a subire ritardi, soppressioni e disagi di fronte alla totale inerzia della giunta regionale ridotta, con l'assessore Terzi, ad appellarsi alla loro clemenza. E' l'ennesima prova provata del disastro di questa Giunta e di Trenord a cui si potrà rimediare solo con un cambi del Governo della Regione".