Lombardia, Coldiretti in piazza contro “invasione” dei cinghiali

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 8 lug. (askanews) - Coldiretti è in piazza a Milano per dare l'allarme contro "l'invasione" dei cinghiali in Lombardia. "Sono già centinaia gli agricoltori e gli allevatori giunti da tutta la regione in piazza Città di Lombardia a Milano, per lanciare il loro grido d'allarme contro l'invasione dei cinghiali", fa sapere in una nota Coldiretti. Secondo gli allevatori i cinghiali con "l'emergenza Covid hanno trovato campo libero in spazi rurali e urbani, spingendosi sempre più vicini ad abitazioni e scuole fino ai parchi dove giocano i bambini".

Nel presidio di Milano, sotto la sede della Regione dove è stata allestita un'esposizione delle principali colture distrutte dai selvatici, al fianco degli agricoltori guidati dal presidente della Coldiretti Lombardia Paolo Voltini si sono schierati esponenti delle istituzioni e sindaci con i gonfaloni. In piazza cartelli con le foto degli incidenti provocati sulle strade e dei danni nelle campagne ma anche con scritte come 'Noi seminiamo, i cinghiali raccolgono'; 'Chiuso per cinghiali', 'Difendiamo il nostro territorio' e 'Niente lockdown per i cinghiali'.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli