Lombardia, Commissione Bilancio approva rendiconto e... -2-

Mda

Milano, 15 lug. (askanews) - "Gli investimenti previsti sono stati resi possibili da una gestione virtuosa che ha consentito all'ente regionale ulteriori razionalizzazioni e contenimenti di spesa - ha affermato il Presidente della Commissione Bilancio Marco Alparone -, liberando, pur in una situazione di grave emergenza, nuove risorse a conferma di una correttezza gestionale confermata anche dalla Corte dei Conti: pieno rispetto dell'equilibrio di bilancio, miglioramento del risultato d'amministrazione, consistente liquidit di cassa che ha evitato la contrazione di nuovo debito, pagamento ordinario dei fornitori commerciali in soli 12 giorni sono alcuni degli aspetti qualificanti".

"Pieno rispetto del pareggio di bilancio e consistente liquidit di cassa che ha permesso di evitare la contrazione di nuovo debito, di evitare l'attivazione di anticipazioni di cassa e di pagare i fornitori commerciali in tempi ben al di sotto dei termini di scadenza della fattura con un'indice medio di tempestivit che per il 2019 stato di 12,5 giorni in anticipo rispetto alla data di scadenza della relativa fattura - ha sottolineato il relatore Marco Colomb o-. In questo scenario anche le Agenzie di rating hanno sempre riconosciuto l'efficienza della gestione finanziaria di Regione Lombardia, attribuendole ottimi giudizi con riferimento all'affidabilit finanziaria ed alla prudenza nella gestione del debito".

Come si evince dal Rendiconto generale, il bilancio 2019 di Regione Lombardia approvato anch'esso a maggioranza ammonta a 24 miliardi, 182 milioni e 243mila euro. In particolare, la spesa sanitaria quantitativamente preponderante rispetto alle risorse destinate ad altre politiche regionali: il finanziamento dei servizi sanitari, pari a quasi 20 miliardi di euro, rappresenta infatti circa l'80% degli stanziamenti totali. Nel corso della seduta odierna, la Commissione ha approvato anche alcuni emendamenti.Tra questi, quello del Presidente della Commissione Marco Alparone che conferma in 3 miliardi e 530 milioni di euro la spesa complessiva nel triennio a sostegno degli investimenti e dello sviluppo infrastrutturale per fronteggiare l'emergenza Covid-19, rimodulando gli stanziamenti previsti negli anni 2022 e 2023. Un altro emendamento proposto dalla Commissione Ambiente introduce una sanzione amministrativa pecuniaria fino a un massimo di 300 euro per la violazione degli adempimenti relativi alla corretta targatura degli impianti termici svolta dai manutentori e dagli installatori. Dalla Commissione Agricoltura pervenuta la richiesta che le guardie venatorie nell'esercizio delle loro funzioni indossino un'uniforme identificativa autorizzata dalla Prefettura ben riconoscibile e con colori ad alta visibilit. Via libera anche all'emendamento della Commissione Territorio che proroga di 12 mesi la durata del Consiglio di Amministrazione dell'Agenzia del trasporto pubblico locale di Brescia tuttora in scadenza.

I gruppi di minoranza hanno espresso voto contrario lamentando in particolare come la manovra finanziaria regionale manchi di coraggio soprattutto in una fase di emergenza come questa, "che richiede una visione di prospettiva purtroppo assente e che non presenta -ha detto Raffaele Straniero (PD)- la dovuta attenzione a settori strategici come quello del turismo per il quale le risorse stanziate sono insufficienti".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio
Visualizza reazioni0