Lombardia, Consiglio fa punto su traffico di droga e riciclaggio

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 29 giu. (askanews) - Oltre 200 pagine di documento, decine di audizioni e approfondimenti, un impegno assunto dalla Commissione speciale Antimafia presieduta da Monica Forte (M5S), iniziato alla fine di aprile 2020 e proseguito anche durante i lockdown. Oggi il Consiglio regionale ha discusso la relazione conclusiva sull'Indagine conoscitiva traffico di stupefacenti e sostanze psicotrope sul territorio lombardo, legato anche al riciclaggio dei proventi in denaro da parte della criminalità organizzata (relatrice la consigliera leghista Selene Pravettoni).

L'indagine mostra che il traffico di stupefacenti è saldamente nelle mani delle più importanti organizzazioni criminali globali, ma dallo studio sono emerse attività illecite collaterali con fattispecie sempre nuove. Dalle testimonianze raccolte, sono venute alla luce realtà che connettono un forte consumo di stupefacenti a ceti sociali non tipicamente riconducibili a condizioni di partenza difficili ed anzi riconducibili talvolta a segmenti di classe dirigente. Infine, il riciclaggio necessario per le organizzazioni mafiose che hanno l'esigenza di rendere spendibili le ingenti ricchezze prodotte dal traffico dal narcotraffico.

"Siamo arrivati a un documento avanzato ed articolato che potrà certamente essere fonte privilegiata di future iniziative legislative e di interventi tesi a ridisegnare la strategia regionale in tema di droghe, ferma restando la ripartizione delle competenze con altri livelli di Governo", ha dichiarato la presidente Monica Forte. Opinione condivisa dal vice Presidente della Commissione Antimafia Alex Galizzi: "Questa è una battaglia che ognuno di noi deve combattere quotidianamente perché sono convinto che il ruolo civile che rivestiamo in primis come cittadini sia quello di tutelare il territorio ed il futuro dei nostri figli e di tutti i giovani, perché solo in questo modo, aumentando la collaborazione interistituzionale, ne usciremo vincitori per un domani migliore". Il futuro dei giovani, è stato al centro anche dell'intervento della relatrice Selene Pravettoni: "Dalla nostra indagine - ha ricordato - è emerso un aumento delle persone giovani in relazione al consumo di sostanza stupefacenti unita a una minore percezione del danno che le stesse potrebbero avere".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli