Lombardia, De Corato: taser in tutti i comuni ma Milano eccezione

red-fcz

Milano, 6 ago. (askanews) - Con il via libera del Senato al Decreto sicurezza bis che, tra l'altro, prevede la sperimentazione del taser anche per la polizia Locale, tutti i comuni lombardi potranno dotarsi della pistola elettrica già in uso in altro Paesi. Ma come sottolinea l'assessore alla sicurezza della Regione Lombardia, Riccardo De Corato, "sicuramente Milano farà eccezione poiché Palazzo Marino ha già votato una mozione per impedire ai vigili del capoluogo lombardo di munirsi del taser. Infatti nell'attuale maggioranza ci sono partiti come Milano Progressista, amici dei centri sociali, comprensivi con le occupazioni e refrattari agli strumenti di tutela per la polizia locale come la pistola elettrica, definita dal Consigliere Paolo Limonta e dalla Consigliera Anita Pirovano strumento di tortura".

De Corato non ha dubbi: "Milano è allo sbando e deve solo ringraziare il buonismo e il permissivismo portati avanti dalla maggioranza che sostiene il Sindaco. Probabilmente se potessero toglierebbero anche l'arma di ordinanza". Diverso, invece, il caso degli altri comuni della Regione: "Presto manderò lettera a tutti i sindaci - annuncia De Corato - per invitarli a integrare il regolamento delle rispettive Polizie Locali , inserendo l'utilizzo del taser".