Lombardia da 30 giorni in trincea, 1 mese fa primo caso Covid-19

Asa

Milano, 20 mar. (askanews) - La Lombardia è "in trincea da 30 giorni" contro il Coronavirus. Risale infatti al 20 febbraio, alle ore 21, la certezza del primo caso positivo nel Lodigiano. "Dopo un mese - ha ricordato l'assessore al Welfare Giulio Gallera - siamo qui: è cambiata la nostra regione, il nostro modo di vivere. Come cittadini ci abbiamo messo un po' a capire con con chi avevamo a che fare, ma come sistema sanitario abbiamo reagito immediatamente con una forza incredibile. Dopo meno di 12 ore avevamo qui il ministro della Sanità e avevamo definito già una prima zona rossa. Da lì è stata una grande corsa a dimostrare che il sistema poteva reggere, e giorno per giorno questa strada la stiamo seguendo tutti".

"I medici e gli infermieri sono grandi eroi che si sono immediatamente messi al lavoro, sempre più bardati. Abbiamo imparato a conoscerli e a vedere la loro forza e la loro sofferenza" ha aggiunto Gallera nel corso della quotidiana videodiretta sull'emergenza Coronavirus.

"Poi i cittadini, tanti hanno dato contributi importanti, ma la cosa più bella è che stanno combattendo stando a casa, lo dobbiamo fare sempre di più, arrivando anche a isolarsi anche all'interno del proprio domicilio" se necessario. Il virus, ha osservato, "si nutre del corpo dell'uomo, se lo trova si nutre di questo, altrimenti muore. Questa è la battaglia degli italiani, questa è la battaglia dei lombardi. La vinciamo se ognuno di noi la combatte e la vive con grande determinazione".