Lombardia: da consiglio sì a Risoluzione su impegni Ue

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 30 mar. (Adnkronos) – Valorizzare il ruolo delle Regioni e degli Enti locali, dare più peso regionale alle scelte riguardanti le politiche agricole per potenziare le nostre caratteristiche attraverso le tante produzioni tipiche e di qualità, rilanciare in tutte le sedi la candidatura di Milano quale sede del Tribunale europeo dei Brevetti. Sono alcuni degli obiettivi che guardano al programma di lavoro della Commissione europea per il 2021 fissati dal Consiglio regionale che oggi ha approvato con 61 voti favorevoli e 10 astenuti la Risoluzione sugli impegni Ue e gli interessi attesi per il tessuto economico-produttivo lombardo (relatore il Vice Presidente della Commissione Bilancio Marco Colombo della Lega).

Il documento -30 pagine con 115 impegni di lavoro- individua i punti salienti, con riferimento sia ai fondi Next Generation Ue sia alle politiche di coesione che guardano il periodo 2021-202 e che sottolineano la necessità del coinvolgimento dei territori nelle politiche legate al Recovery Fund. Il documento interviene declinando i sei obiettivi principali del Programma di lavoro della Commissione Ue nel contesto delle attese lombarde. Un aspetto importante riguarda la mobilità sostenibile e l’attenzione per le infrastrutture strategiche, come l’aeroporto di Malpensa (punto di riferimento per il nord Italia e Paesi vicini), le linee ferroviarie e l’intermobilità, l’ambiente, il lavoro e la sanità, i diritti, la cultura e la parità di genere.