Lombardia, da giunta 20mln per progetti di innovazione e brevetti

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 29 mar. (askanews) - Regione Lombardia ha stanziato 19 milioni di euro per progetti di innovazione e di 1 milione per sostenere lo sviluppo di nuovi brevetti europei o internazionali delle micro, piccole e medie imprese lombarde. I provvedimenti sono stati deliberati dalla giunta su proposta dell'assessore regionale all'Istruzione, Fabrizio Sala.

La prima misura è 'Tech Fast' che finanzierà con 19 milioni di euro i progetti di sviluppo sperimentale e le innovazioni tecnologiche e digitali delle PMI, relative ad esempio a cyber security, Cloud, Big Data, Manifattura Additiva. L'altra si chiama 'Brevetti 2021': contribuirà con 1 milione di euro alle spese per l'ottenimento di brevetti europei e internazionali, o per una loro estensione, da parte delle micro, piccole e medie imprese.

"Le nostre imprese rischiano di rimanere indietro in termini di competitività. L'innovazione, anche digitale, diventa fondamentale per permetterle di restare al passo con i tempi - ha detto Fabrizio Sala - Non si tratta di sola ricerca ma si punta ad avere immediate ricadute sul territorio con prodotti innovativi da immettere sul mercato".

Con 'Tech Fast' il sostegno previsto sarà pari al 50% delle spese ammissibili fino a un massimo di 250 mila euro. La spesa minima richiesta è di 80 mila euro per soggetto. Le PMI potranno richiedere l'agevolazione per spese di personale, strumentazioni e attrezzature, costi per la ricerca, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza.

La seconda misura approvata guarda invece a micro, piccole e medie imprese (MPMI) lombarde o liberi professionisti, che vogliano ottenere nuovi brevetti europei e internazionali - o estensioni degli stessi a livello europeo o internazionale - per tutelare delle invenzioni industriali. L'agevolazione prevista è un contributo a fondo perduto di importo forfettario, per coprire i costi di deposito di una nuova domanda di brevetto o di una sua estensione a livello europeo o internazionale, certificati dall'acquisizione di un rapporto di ricerca da parte dell'organo competente. I contributi varieranno a seconda della tipologia di brevetto e saranno pari all'80% dei costi forfettari: 5.680 euro per un nuovo brevetto/estensione europeo e 7.200 euro per un nuovo brevetto/estensione internazionale.