Lombardia, da Regione 629,5 milioni per funzionamento del Tpl

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 15 feb. (askanews) - Regione Lombardia stanzia 629,5 milioni di euro per il funzionamento del trasporto pubblico locale (bus, tram, metro e quanto di competenza delle Agenzie del Tpl). Di questi, per il 2021, 406.357.166 euro derivano dal Fondo nazionale trasporti mentre 218.189.451 euro da risorse regionali. Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi. Il provvedimento include anche 5 milioni di euro di risorse regionali sul 2023 per le aree montane e a domanda debole.

"I destinatari dei finanziamenti - commenta l'assessore Terzi - sono le Agenzie del Tpl che hanno la competenza per la programmazione del servizio. Da parte nostra confermiamo l'impegno per il trasporto pubblico locale: siamo la Regione che più di ogni altra finanzia il Tpl integrando le risorse che provengono del Fnt".

Con la delibera, prosegue l'assessore, "garantiamo l'erogazione di 218,1 milioni di euro di risorse regionali: in questo modo le Agenzie del Tpl posso disporre di fondi importanti per garantire i servizi, in attesa che vengano concretamente erogate dal Governo alle Regioni le risorse statali del Fnt".

Tra le agenzie la quota maggiore va a Milano, con Monza, Lodi e Pavia, che ottiene 415.995.739 euro (di cui 145.330.835 euro di risorse regionali). All'agenzia di Como-Lecco-Varese vanno 62 milioni di euro, a Brescia 56. Poi via via tutte gli altri territori. La delibera, sottolinea Regione Lombardia, include anche 5 milioni di euro di risorse regionali come ulteriore sostegno per i servizi Tpl nelle aree montane e a domanda debole per il 2023, in continuità con gli stanziamenti analoghi già garantiti per le annualità 2018-2022.