Lombardia, da regione contributi per orti a scuola e in città

Gci

Milano, 28 dic. (askanews) - Promuovere la realizzazione di orti urbani, anche nelle scuole, per diffondere in Lombardia la cultura del verde e dell'agricoltura, sensibilizzare le famiglie e gli studenti sull'importanza di un'alimentazione sana ed equilibrata e divulgare tecniche di agricoltura sostenibile. Ma anche riqualificare aree abbandonate e favorire l'aggregazione sociale nonche' lo sviluppo di piccole autosufficienze alimentari per le famiglie. Questi gli obiettivi della Giunta della Lombardia che, con una delibera, proposta dell'assessore all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi, indica i criteri per assegnare 150.000 euro per la realizzazione di orti didattici, urbani e collettivi. I fondi sono destinati a comuni, istituti scolastici, enti e associazioni che si dedicano a questo tipo di attività.

Sono ammissibili le spese per gli interventi di progettazione, la realizzazione di recinzioni, l'acquisto di strutture, attrezzature e fattori di produzione oltre a iniziative formative e informative. Il contributo regionale coprirà il 50% del costo complessivo del progetto.

"Prosegue - ha detto l'assessore Fabio Rolfi - un importante lavoro di diffusione della cultura agricola nelle scuole lombarde. Lo scorso anno abbiamo finanziato 92 progetti in tutta la regione. Promuovere tra i ragazzi l'abitudine a curare un orto - ha sottolineato - significa riscoprire il valore delle produzioni locali e della corretta alimentazione ed educare le nuove generazioni ai temi della sostenibilita' e della biodiversità".