Lombardia: da Regione oltre 300 mln per l'istruzione e la formazione professionale

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 20 set. (Adnkronos) – Regione Lombardia investe più di 300 milioni per l'istruzione e la formazione professionale e promuove l'occupabilità dei giovani. L'anno formativo 2022/2023, per questo sistema, parte con quasi 60.000 iscritti e il 50% dei percorsi in modalità scuola-lavoro o in apprendistato: "Come ho ribadito a più riprese -ricorda il presidente della Regione, Attilio Fontana- le nostre politiche sono fortemente orientate verso ogni tipo di azione che favorisca la formazione, elemento basilare anche e soprattutto in chiave occupazionale".

Nel contesto delle misure relative al Pnrr, Regione Lombardia otterrà oltre 200 milioni per il triennio 2022-2025: "Risorse -spiega l'assessore alla Formazione e Lavoro, Melania Rizzoli- che permetteranno di intercettare nuovi iscritti e ampliare il sistema duale. Un ampliamento della platea che coinvolge anche i target più fragili con corsi personalizzati e un supporto ulteriore per il conseguimento del successo formativo".

Il potenziamento, su cui Regione Lombardia concentra risorse e lavoro, di metodologie che favoriscono l'acquisizione di nuove competenze tecniche, trasversali e professionali, risulta un aspetto chiave nel percorso di promozione dell'occupazione giovanile. Uno degli aspetti più rilevanti riguarda il contrasto alla dispersione scolastica: l'obiettivo è intercettare quanti più giovani cha hanno abbandonato gli studi e accompagnarli verso l'ottenimento di una qualifica professionale.