Lombardia, Dalla Chiesa: serve coraggio, vediamo programma Moratti

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 15 nov. (askanews) - Di Letizia Moratti "andrei a vedere il programma. Per il centrosinistra lombardo è tempo di affrontare il mare aperto, altrimenti si rischia di rinchiudersi in un monastero politico". Lo afferma in un'intervista al Corriere della Sera Nando Dalla Chiesa, storico esponente della sinistra milanese ed ex candidato sindaco nel capoluogo lombardo nella sfida con il leghista Formentini del 1993.

"Mi sono convinto - dice Dalla Chiesa - che valga la pena un'apertura di credito, perché di certo non ho più voglia di rivedere il solito film del centrosinistra" dove "alle elezioni prendiamo dal 15 al 20 per cento e perdiamo. Rimane tutto come prima perché dall'altra parte c'è un blocco di potere granitico che può contare su un'ondata di consensi tale da permettere che Daniela Santanché doppi nelle urne un intellettuale come Carlo Cottarelli e a Sesto Emanuele Fiano perda con Isabella Rauti. Di fronte a un'ondata così che si fa? Ci si trasforma in una comunità di benedettini della politica o si cercano nuove strade affrontando il mare aperto?". Per il sociologo "ora che dall'altra parte succede qualcosa, si stacca un blocco importante, si apre uno spazio per nuove alleanze, almeno proviamoci, non rinchiudiamoci nella coltivazione dell'identità, serve piuttosto un atto di coraggio".