Lombardia, definita roadmap per modifica legge Maroni su sanità

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 31 mar. (askanews) - Entro la prima decade di maggio la giunta di Regione Lombardia delibererà le linee guida per la modifica della legge 23, la cosiddetta legge Maroni che disciplina il sistema sociosanitario lombardo. Lo ha comunicato in una nota il Pirellone, dopo che la roadmap è stata presentata oggi in commissione Sanità dal presidente Emanuele Monti.

A maggio e a giugno, con tre sedute settimanali per due mesi, in commissione Sanità verranno auditi i principali interlocutori del Servizio Sanitario e saranno presenti l'assessore al Welfare Letizia Moratti e la dg Welfare. Entro luglio la giunta approverà un progetto di legge "tenendo conto del dibattito in commissione" e a settembre la stessa commissione valuterà il testo proposto. L'approvazione finale del Consiglio regionale della Lombardia è prevista a novembre.

"Il rilancio e il potenziamento del sistema sanitario regionale non può essere un interesse di parte ma deve necessariamente vedere tutte le forze politiche impegnate nella stessa direzione - ha detto Monti - Veniamo da mesi molto difficili in cui la pandemia ha inasprito la dialettica politica, ma ora c'è bisogno di uno sforzo per smorzare i toni e lavorare nel merito".

I consiglieri della minoranza hanno chiesto un maggior coinvolgimento della Commissione "a partire dalla determinazione dei tempi e del metodo di lavoro". Il vice presidente del Consiglio regionale Carlo Borghetti (PD) ha spiegato che avrebbe "preferito che la proposta partisse dalla Commissione e non dalla Giunta come annunciato oggi. L'iniziativa legislativa è prerogativa del Consiglio e perciò rispettarla nella forma e nella sostanza è la prima condizione per procedere in sintonia e in uno spirito di condivisione", ha concluso.