Lombardia, Di Marco(M5s): in piano regionale neanche 1 casa in più

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 30 giu. (askanews) - "Trovo surreale che il Piano regionale dei servizi abitativi di Regione Lombardia non preveda nemmeno una casa in più. Di fronte alla considerevole richiesta di alloggi, la Giunta non ha saputo prevedere, all'interno di un piano triennale, l'incremento del patrimonio abitativo pubblico". Lo ha scritto in una nota il capogruppo del M5s nel Consiglio regionale della Lombardia, Nicola Di Marco.

"Esattamente come i suoi predecessori, l'assessore Mattinzoli ha preferito i facili proclami ad azioni concrete per il futuro. Avrebbe potuto fare molto di più. Il Piano presentato oggi è un'illusione ottica, un minestrone confezionato per sbandierare cifre a caso, ma che al suo interno contiene: i fondi statali del Pnrr ottenuti da Giuseppe Conte, stanziamenti già in essere e già comunicati, voci, come quelle legate alla manutenzione, che dovrebbero far parte dell'attività ordinaria di Regione Lombardia e Aler e invece vengono vendute come un qualcosa di straordinario" ha aggiunto.

"In riferimento all'incremento del patrimonio abitativo pubblico c'è solo una menzione senza impegni concreti né numeri, mentre fra i pochi dati citati ci sono praticamente solo quelli del Pnrr e di altre fonti di finanziamento statali, di cui Regione cerca in modo goffo di prendere il merito. Sconnessi dalla realtà anche i riferimenti a via Bolla, che l'assessore ha paragonato al rumore di un albero che cade all'interno di una foresta che cresce" ha continuato.

"Questo Piano rappresenta il fallimento di Mattinzoli e Fontana in materia di diritto alla casa. La cosa più sensata che l'Assessore potrebbe fare per il bene dell'edilizia pubblica è consegnare all'ufficio protocollo la lettera di dimissioni" ha concluso il capogruppo pentastellato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli