Lombardia: entro 2023 collegati in banda ultra larga 1.436 Comuni

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 2 mag. (Adnkronos) – Entro il 2023 saranno 1.436 i Comuni lombardi collegati in banda ultra larga. Sono infatti 1.047 i cantieri aperti in Lombardia per portare la banda ultra larga a tutti i cittadini lombardi e a questi si sommano i 328 interventi già chiusi e quelli ancora da programmare. Entro la fine del prossimo anno oltre 1,5 milioni di unità abitative nella regione saranno raggiunte da connessione veloce (almeno 30 Mb) o ultra veloce (1Gb).

Questo il quadro presentato oggi al seminario 'Digitalizzazione della Lombardia', promosso dall’Ufficio di Presidenza del consiglio regionale nel corso del quale è stata presentata la ricerca realizzata da PoliS in collaborazione con il Politecnico di Milano sullo stato del digitale nella nostra regione. Secondo la ricerca, Regione Lombardia si colloca al secondo posto tra le regioni italiane per indice di digitalizzazione (Desi Index), preceduta solo dalla Provincia Autonoma di Trento, ma ancora sotto la media europea di alcuni punti. Mentre sulla sanità la percentuale di aziende socio-sanitarie connesse in banda larga è del 84%, solo il 12% degli istituti scolastici ha un collegamento Ftth ovvero con fibra ottica fino al domicilio.

Per quanto riguarda la distribuzione sul territorio degli interventi, ad oggi la provincia più digitale è Bergamo con 233 cantieri tra chiusi e in corso, seguita da Pavia (192), Brescia (178), Cremona (159) e Como (149). La ricerca presentata oggi evidenzia infatti che anche servizi basilari come il Fascicolo Sanitario Elettronico sono utilizzati solo dal 52% della popolazione, una percentuale ritenuta troppo bassa per una regione leader nell’innovazione in tutti i settori come la nostra.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli