Lombardia, F.Sala: accordo da 1,7 mln con Polimi su innovazione

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 11 mar. (askanews) - Una rete di comunicazione veloce e criptata a Milano, grazie alla tecnologia quantistica, e materiali avanzati e sostenibili per il biomedicale e la manifattura. Questi i due obiettivi di innovazione che hanno portato alla sottoscrizione di un Accordo specifico tra Regione Lombardia e Politecnico di Milano, nell'ambito degli interventi per la ripresa economica del 'Piano Lombardia', approvati oggi in Giunta Regionale su proposta dell'assessore all'Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione Fabrizio Sala. Per accrescere la competitività del sistema regionale, Regione Lombardia ha scelto di puntare sullo sviluppo di ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico grazie a nuovi Accordi di collaborazione con gli atenei, attraverso cui ha stanziato complessivamente 13,5 milioni di euro per le otto università pubbliche lombarde.

A ciascuna di queste sono destinate risorse parti a 1.687.500 euro, a copertura massima del 50% del costo degli interventi. Nell'ambito dell'Accordo di collaborazione con il Politecnico di Milano, il contributo risulta pari al 40,53% del costo complessivo previsto di 4.163.400 euro. "Ricerca e trasferimento tecnologico sono i punti cardine del nostro programma d'azione. Con questi accordi - ha dichiarato l'assessore Fabrizio Sala - promuoviamo la realizzazione di infrastrutture fondamentali per il nostro territorio sperimentando le più innovative e avanzate tecnologie". "Anche in questo momento difficile - ha proseguito - sosteniamo con grande forza le nostre Università con investimenti mirati per lo sviluppo di nuove soluzioni, che hanno poi una ricaduta a terra in diversi ambiti, dalle telecomunicazioni alla manifattura avanzata".

La prima iniziativa punta a realizzare una rete di comunicazione quantistica, che si sviluppa nell'ambito urbano milanese per un diametro massimo di 25 km e che utilizza le fibre ottiche di telecomunicazioni standard già installate nel territorio: un'infrastruttura sicura e veloce per la trasmissione e la condivisione di dati. "L'obiettivo degli accordi con le università - ha sottolineato l'assessore Sala - è quello di venire incontro ai reali bisogni degli atenei e degli studenti, legando sempre di più il mondo universitario a quello produttivo. È una strategia che abbiamo ormai consolidato negli anni e che sta dando grandissimi risultati. Le Università sono interlocutori fondamentali delle nostre politiche per l'innovazione".