Lombardia, Fermi: Penati politico di razza, sempre protagonsita

Red-Asa

Milano, 9 ott. (askanews) - "Politico di razza, ha sempre vissuto e interpretato con protagonismo i ruoli e gli incarichi amministrativi che ha ricoperto, senza mai rinunciare a raggiungere i suoi obiettivi e ad affermare ciò in cui credeva, sempre e comunque attraverso il dialogo e il confronto con i suoi interlocutori. Ci lascia in eredità la sua grande passione per l'impegno politico e sociale e la sua sensibilità in particolare per i temi del lavoro e dell'occupazione, patrimonio della sua Sesto San Giovanni". È così che il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Alessandro Fermi, ha ricordato in una nota Filippo Penati, scomparso questa notte a 67 anni.

Sindaco di Sesto San Giovanni dal 1994 al 2001 e Presidente della Provincia di Milano dal 2004 al 2009, Penati dal 1980 è stato dirigente del Pci prima e del Partito Democratico poi: nel 2010 fu il candidato del centrosinistra alle Regionali lombarde, dove fu sconfitto da Roberto Formigoni. Eletto Vice Presidente del Consiglio regionale, si dimette nel 2011 dalla carica a causa di indagini giudiziarie che lo vedono coinvolto in prima persona. Nato a Monza nel 1952, Penati era malato da tempo. In occasione della prossima seduta di Consiglio regionale di martedì 15 ottobre, è prevista la sua commemorazione all'inizio dei lavori d'Aula.