Lombardia, Fi: gestione Parco Sud di Città metropolitana disastrosa

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 4 mag. (askanews) - "Pur di fare sterile polemica gli esponenti lombardi di Pd e 5Stelle negano la realtà, facendo finta di non vedere che la gestione del Parco Sud, in capo a Città Metropolitana, fa acqua da tutte le parti e ha portato alla svalutazione di un'area di grande importanza per il nostro territorio". Lo ha scritto in una nota il capogruppo di Forza Italia nel Consiglio regionale della Lombardia, Gianluca Comazzi, a proposito della calendarizzazione in commissione agricoltura del progetto di legge 218 sulle modifiche alla governance del Parco Agricolo Sud Milano.

"Il progetto di legge di Regione Lombardia - ha proseguito - è nato col preciso obiettivo di dare nuovo slancio al Parco, rendendo protagonisti i Comuni. Regione Lombardia raddoppierà il suo finanziamento, arrivando a stanziare quasi 700.000 euro per la gestione del Parco: per la cronaca, oggi il Comune di Milano ne stanzia 35.000 circa, facendo pesare i costi sui Comuni dell'hinterland. Da troppi anni - ha aggiunto l'azzurro - quello che dovrebbe essere il 'polmone verde' del nostro territorio e un importante motore dell'economia agricola è pressoché abbandonato a se stesso".

"Basti pensare che Città Metropolitana vorrebbe trasformare 9.000 ettari di terreno in 'aree naturali', producendo danni economici incalcolabili per le 1.000 aziende agricole ubicate all'interno del Parco. Anziché ostinarsi a difendere l'indifendibile i consiglieri di minoranza farebbero meglio ad ammettere le troppe lacune del modello gestionale di Città Metropolitana, che hanno reso necessario un intervento di Regione nell'interesse del Parco e di tutte le persone che operano al suo interno" ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli