Lombardia, Fontana: per lo sviluppo autonomia e misure strutturate

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 30 mag. (askanews) - "Oggi abbiamo l'occasione di costruire il nostro futuro e la Lombardia parte avvantaggiata, perché è una delle regioni più attrattive d'Italia e d'Europa per gli investimenti esteri. Un'attrattività che viene dal territorio, dalle strutture che si sono realizzate, ma che nasce soprattutto da due principi di fondo, due valori che ci consentono sempre di anticipare il futuro: la sussidiarietà e la responsabilità". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia intervenendo all'Assemblea Generale di Assolombarda, questa mattina, a MIND, Milano Innovation District, che per l'occasione è stato inaugurato e aperto alla cittadinanza.

"Sussidiarietà - ha detto Fontana - cioè il rapporto tra pubblico e il privato, che nella nostra regione è e deve continuare ad essere un modello. E poi responsabilità, un principio che portiamo avanti anche nelle interlocuzioni con il Governo, quando chiediamo più autonomia. La chiediamo proprio per concretizzare questa responsabilità, per fare in modo che in tutto il Paese si possa avere un elemento di confronto, di sfida, per dimostrare la propria efficienza e capacità".

"Il Pnrr ha proseguito - è una grande occasione. Un'occasione cui occorre far fronte con capacità progettuali, competenze tecniche e gestionali e un sistema di governance efficiente. Come Regione ci siamo lamentati di non essere stati coinvolti in maniera completa, comunque stiamo collaborando con gli Enti Locali e con il Governo per fare in modo che si possano realizzare tutte quelle grandi iniziative che sono alla base del Piano".

Anche in tema di energia Fontana ha evidenziato la necessità dell'Italia di rendersi autonoma dal resto del mondo. "Occorre sfruttare le risorse che abbiamo - ha detto - per esempio l'idrogeno, come sta facendo Regione Lombardia con la sperimentazione con il Politecnico, ma anche e tutte le altre fonti alternative". Per rispondere ai problemi dell'occupazione dei giovani e delle aziende che fanno fatica a trovare personale qualificato il presidente ha citato l'esperienza virtuosa degli Its lombardi e della Misura 'Formare per assumere' per una formazione mirata al mercato del lavoro.

"I dati ci dicono - ha detto Fontana - che l'82% dei diplomati Its della Lombardia trova lavoro entro un anno dalla fine del corso - spesso proprio nelle aziende dove hanno svolto i tirocini. È con grande orgoglio che posso affermare che dall'inizio di questa legislatura sono più che raddoppiati i ragazzi che scelgono i nostri percorsi. Siamo passati da 2.000 a 4.600 iscritti. Questa è la strada giusta da seguire. Ce lo chiede il mondo produttivo e ce lo chiedono i ragazzi che vogliono avere certezze per il futuro".

"Così come la nostra Misura 'Formare per assumere' - ha concluso - ha già dimostrato di essere più efficace del 'Reddito di cittadinanza'. I nostri finanziamenti alle aziende per formare personale qualificato da assumere successivamente come dipendenti in pochi mesi hanno prodotto un ottimo risultato. Sono stati assunti oltre 6.000 nuovi dipendenti, di cui il 54% donne. Questa è la risposta lombarda al problema dell'occupazione. Una risposta che certo non ha dato il 'Reddito di cittadinanza'".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli