Lombardia, Fontana in Valchiavenna: continueremo a investirci

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 8 set. (askanews) - Fare il punto sugli investimenti regionali in Valchiavenna (So) e intensificare il dialogo con il territorio, per proseguire il percorso di valorizzazione di queste zone. Sono gli obiettivi principali della visita di oggi del presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, nei Comuni della 'Area Interna Valchiavenna', cui ha partecipato, tra gli altri, anche l'assessore regionale agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, Massimo Sertori.

"La strategia delle 'Aree Interne' - ha sottolineato il presidente - è uno strumento importante che, in tutta la Lombardia, consente di mettere in campo ulteriori risorse e di integrare e ottimizzare i fondi già disponibili, così da potenziare competitività e attrattività di questi territori". "Abbiamo confermato la Valchiavenna nel nostro programma sulle perché vogliamo continuare a investire convintamente in questa splendida realtà".

L'Area Interna Valchiavenna coincide con i confini amministrativi della Comunità Montana comprendendo 12 Comuni: Campodolcino, Chiavenna, Gordona, Madesimo, Mese, Novate Mezzola, Piuro, Prata Camportaccio, Samolaco, San Giacomo Filippo, Verceia, Villa di Chiavenna. La superficie territoriale di riferimento è di oltre 576 chilometri quadrati dove risiedono circa 24.500 abitanti.

Il presidente nel corso della mattinata ha incontrato a Piuro, a Palazzo Vertemate Franchi, sindaci e stakeholder del territorio per presentare l'Agenda del Controesodo e la Strategia delle Aree Interne, un programma di rilancio che beneficia di 196 milioni di euro di risorse europee e regionali (circa 14 milioni per ciascuna delle 14 Aree Interne).

"Il confronto con i rappresentanti della Valle - ha evidenziato il presidente - è parte integrante di questa strategia di sviluppo. Gli investimenti nascono da esigenze che il territorio manifesta e che Regione interpreta e concretizza recuperando i finanziamenti necessari. Il principio di autonomia per noi è ineludibile: per questo il dialogo con gli enti locali è costante e serve a condividere gli obiettivi da raggiungere".

Per l'Area Interna Valchiavenna, Regione ha già stanziato oltre 10,3 milioni di euro attraverso il Piano Lombardia, il programma di investimenti voluto dal governatore per la ripartenza post covid. In particolare, tra gli altri, 3,4 milioni sono stati destinati a interventi di difesa del suolo, 1,1 milioni per la rigenerazione urbana e circa 1 milione di euro per la riqualificazione dei borghi storici.

"Ancora una volta - ha sottolineato l'assessore regionale Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni - confermiamo grande attenzione per queste realtà con l'obiettivo di renderle ancor più attrattive sia sotto l'aspetto economico-produttivo, sia per quanto riguarda le proprie peculiarità turistiche. La presenza del presidente della Regione è l'ennesima conferma di quanta attenzione ci sia per la montagna e per i piccoli comuni, un modo di comportarsi importante e da evidenziare a chiare lettere".

La giornata di lavoro di Fontana è iniziata a Samolaco con una visita al Centro di aggregazione 'Tremenda XXL', struttura che si occupa di prevenire il disagio giovanile. Seconda tappa a Piuro, al sito archeologico di Belfort, in cui si trovano i resti della cosiddetta 'Pompei delle Alpi', ovvero l'antico villaggio travolto dalla frana del 1618. Grazie al progetto interreg 'A.M.AL.PI 18' supportato da Regione Lombardia, sono stati realizzati interventi di valorizzazione del museo archeologico diffuso sia a Belfort che in località Mot del Castel. I lavori hanno riguardato il completamento del recupero della cappella dei Mort, l'allestimento dell'antico acquedotto in pietra ollare a Belfort, gli scavi archeologici nella località Mot del Castel e la messa in sicurezza delle aree 'cantina del piocc'.

"Gli interventi in oggetto - ha ricordato Fontana - rappresentano un esempio concreto di valorizzazione territoriale. L'offerta della 'Pompei delle Alpi' è stata migliorata e arricchita. Un meraviglioso luogo da scoprire, di grande interesse storico culturale e che deve rappresentare un rilevante punto di attrazione per la Valle".

Il luogo che ha ospitato il confronto con gli stakeholder, ovvero Palazzo Vertemate Franchi a Piuro, è una dimora cinquecentesca oggetto di recupero grazie ai fondi della 'Strategia delle Aree Interne'. A luglio, inoltre, si è concluso l'iter della gara di appalto dei lavori riguardanti il secondo lotto di interventi sulle pertinenze dell'edificio: un progetto da 950.000 euro finanziato anch'esso in gran parte con le risorse per le Aree Interne.