Lombardia, Foroni: problemi su vaccini superati dal territorio

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 24 mar. (askanews) - "Errori e disguidi in tema di prenotazioni sono stati superati a livello territoriale, con le Asst che hanno lavorato in collaborazione con i sindaci. Oggi siamo ancora in una fase in cui, per i numeri delle dosi, le difficoltà vengono affrontate e i problemi risolti. Dobbiamo invece essere pronti quando aumenteranno i quantitativi". Lo ha detto L'assessore regionale alla Protezione civile della Regione Lombardia, Pietro Foroni.

Visitando il centro vaccinale contro il Covid-19 allestito a Codogno l'assessore ha aggiunto che in relazione al disguido di ieri nel comune lodigiano "su 100 persone chiamate solo 15 si sono presentate nel posto non corretto. Tutti poi sono stati vaccinati, a poca distanza, in ospedale, e nessuno è stato rimandato a casa".

"La prospettiva lombarda - ha proseguito Foroni - è chiudere entro il 10, 11 aprile le vaccinazioni per gli over 80, come confermato dall'assessore al Welfare e poi da Guido Bertolaso; le prenotazioni per ora seguono il numero dei vaccini a disposizione, in attesa di aumentarli".

"La Lombardia - ha aggiunto Foroni - sta lavorando per essere pronta alla vaccinazione di massa. L'auspicio è che arrivino più dosi possibili a prescindere da chi li produce. I centri vaccinali si stanno preparando; ne ho visitati tanti in queste settimane per ringraziare, tra gli altri, i volontari della Protezione civile, e tutti gli operatori sanitari e amministrativi al servizio delle comunità".

"Non è il momento di rilassarsi - ha osservato l'assessore regionale -, la tensione positiva ci porta a lavorare ogni giorno, questo è l'impegno della Protezione civile regionale; mi fa piacere che il loro sforzo costante venga riconosciuto pubblicamente. E' un lavoro fatto molto spesso in silenzio, senza vetrina né ribalta, ma con passione e dedizione".