Lombardia: fumo su treno Trenord, passeggeri fatti scendere

Lzp

Milano, 22 nov. (askanews) - Principio di incendio questa mattina, sul treno del servizio ferroviario regionale REG 10468 partito alle 9.41 da Cremona e diretto a Treviglio. Intorno alle 10,50, mentre il treno era in arrivo alla stazione di Treviglio si è verificato un cortocircuito all'interno della cabina di guida. Il guasto, fa sapere Trenord, ha provocato la fuoriuscita di una nuvola di fumo che ha allarmato le persone a bordo. Il macchinista è intervenuto rapidamente e non ci sono stati danni alle persone né alle cose, ma il convoglio è rimasto bloccato sulla linea a binario singolo e sono dovuti intervenuti i vigili del fuoco. I passeggeri sono stati fatti scendere e accompagnati alla stazione di Treviglio con una navetta. Successivamente il convoglio guasto è stato rimosso dal binario singolo e la circolazione è tornata gradualmente alla normalità con ritardi di 10/15 minuti.

"È l'ennesimo incidente di un periodo nero per il trasporto ferroviario regionale che per fortuna ha causato solo forti disagi ai passeggeri - dichiara il consigliere regionale del Pd Matteo Piloni -. Si ripropone, quindi, il problema della qualità dei treni in circolazione, visto che la motrice in questione ha 35 anni di servizio, e della manutenzione. Occorre ricordare che la manciata di treni nuovi che dovrebbero entrare in funzione nei prossimi mesi, e dopo anni di promesse il condizionale è d'obbligo, non riguarderanno le linee della provincia di Cremona e del sud-est della Lombardia, come ammesso dalla stessa azienda ad un recente incontro con i pendolari. Insomma, i problemi sono ancora tutti sul tavolo e viaggiare sui treni lombardi è sempre un'incognita. Questo episodio è l'ennesima prova che anche le nostre linee necessitano di nuovi treni".