Lombardia in giallo, Del Corno: a Milano riapertura musei a marzo

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 30 gen. (askanews) - E' "opportuno che il sistema museale cittadino, composto da istituzioni civiche, statali e private, apra le proprie porte in maniera coordinata e compatta: la data individuata è la prima settimana di marzo, compatibile con le previsioni dell'andamento epidemiologico e coincidente col al tradizionale realizzazione dell'iniziativa cittadina MuseoCity". L'assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo del Corno, non si fa prendere dall'entusiasmo del passaggio in zona gialla della Lombardia per organizzare una corsa alla riapertura dei musei cittadini. In un intervento sulle pagine del Corriere della Sera, Del Corno parla della necessità di un "progetto strategico" e di una adeguata comunicazione ai cittadini per riaffermare la "partecipazione culturale come diritto inalienabile" e far coincidere questa apertura con una "rinascita per la comunità cittadina".

"La ripresa delle attività culturali va sottratta alla frammentazione estemporanea dei repentini mutamenti di fascia di rischio", argomenta Del Corno. "Nonostante la Lombardia abbia ora raggiunto la fascia di rischio che consentirebbe la ripresa delle attività museali, l'apertura dei musei deve essere adeguatamente preparata e celebrata: un passaggio cruciale di rinascita per la comunità cittadina - scrive ancora - Deve essere sviluppata quindi un'importante campagna di comunicazione, in cui tutti i musei siano coinvolti, per preparare i milanesi a tornare nei nostri musei non per frettolosa e temporanea concessione, ma come una vera e propria scelta di partecipazione e cittadinanza". E qui l'assessore milanese chiede che "venga estesa per decreto l'apertura anche ai giorni festivi: nell'attuale assenza di turisti e visitatori le sale riaprono le porte esclusivamente ai cittadini, per i quali è preferibile visitare i musei nelle giornate di sabato e domenica, piuttosto che in una quotidianità feriale ancora fortemente condizionata dalla pandemia".

"Programmare con anticipo e comunicare con efficacia": queste, dunque, le due direttrici lungo cui intende muoversi Milano per la riapertura dei musei. "È giunto il momento di adottare un piano strategico per il ritorno nella quotidianità dell'esperienza culturale - conclude Del Corno - l'anticorpo più efficace contro il virus della disgregazione sociale".