Lombardia, giunta modifica criteri per ingresso in Polizia Locale

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 26 mar. (askanews) - Una modifica del percorso formativo degli agenti di Polizia locale consentirà agli operatori di entrare in servizio sulle strade lombarde prima del previsto. Lo prevede una delibera della Giunta regionale, proposta dall'assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato.

"Una modifica significativa - ha sottolineato l'assessore regionale alla Sicurezza - che ci consentirà l'entrata in servizio sulle strade lombarde, prima del previsto, degli agenti della Polizia locale. In un periodo particolare come questo, ogni giorno può essere prezioso. Un provvedimento che va nella direzione di ascolto e sinergia con i territori".

Nella seduta del 26 febbraio scorso il Comitato Tecnico, composto dai Comandanti dei Corpi di Polizia locale dei Comuni capoluogo, di cui si avvale la struttura regionale per la promozione del coordinamento tra servizi di polizia locale, aveva evidenziato che "le competenze operative di base, ai fini dell'assunzione nel ruolo di agenti di polizia locale, devono ritenersi già acquisite dopo la frequenza del primo modulo" e non, come previsto sino ad oggi, dei primi due moduli. PoliS-Lombardia, Istituto regionale per il supporto alle politiche della Lombardia, che, tra altri soggetti, forma la polizia locale lombarda, non ha rilevato alcuna criticità didattica in merito alla rideterminazione dei percorsi formativi.