In Lombardia grazie a vaccini ‘evitati’ 2.100 decessi tra over 60

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 23 giu. (askanews) - "La campagna vaccinale in Lombardia ha evitato oltre 2.100 decessi tra gli over 60: ben 1.701 soltanto tra gli ultraottantenni". Numeri illustrati dal professor Giovanni Corrao, ordinario di Statistica medica dell'Università Bicocca di Milano, che ha presentato a Palazzo Pirelli lo studio 'Monitoraggio e valutazione del piano vaccinale anti-covid-19', insieme alla vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti e al coordinatore della campagna vaccinale, Guido Bertolaso.

"Analizzando la fascia over 60 - ha proseguito - la nostra piattaforma ha evidenziato che, con i vaccini, sono stati evitati più di 300 ingressi in terapia intensiva, quasi 5.000 ricoveri e oltre 10.000 infezioni da Covid. Lo studio ha considerato i cosiddetti 'cittadini elegibili', circa 9 milioni di persone residenti o domiciliate nella nostra regione. In Lombardia abbiamo vaccinato quasi tutti gli ospiti delle RSA, le persone con elevata vulnerabilità, gli estremamente fragili e i medici di base", tanto da avere "il numero più basso di persone ancora in attesa di vaccinazione".

Tutti idati, ha ricordato Corrao, "sono emersi analizzando i primi sei mesi di campagna vaccinale e i numeri potrebbero variare nel corso del tempo. Con questa piattaforma, inoltre, sarà possibile valutare anche l'andamento e l'impatto della vaccinazione eterologa. Il nostro obiettivo - ha concluso - è migliorare la qualità del servizio, correggere gli errori e risolvere eventuali criticità. Per questo sarebbe interessante estendere il modello anche ad altre regioni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli