Lombardia, il Covid non ferma il Pirellone: nel 2020 33 sedute

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 17 dic. (askanews) - "La pandemia e il Covid-19 non hanno fermato l'attività del Consiglio regionale della Lombardia, che nel 2020 ha lavorato senza interruzioni e ha continuato a svolgere regolarmente il proprio lavoro in ambito istituzionale e legislativo al servizio dei cittadini lombardi", con "più sedute d'aula rispetto al 2019". Lo ha sottolineato il presidente del Consiglio regionale, Alessandro Fermi, che oggi ha incontrato la stampa al Pirellone per fare il punto sull'anno dell'assemblea legislativa lombarda.

"Il Consiglio regionale si è confermato anche nel 2020 nel segno della sobrietà e del continuo contenimento dei costi della politica, confermandosi il parlamento regionale che presenta i costi per la politica più bassi d'Italia pari a 2,46 euro pro capite".

Oltre al maggior numero di sedute, 33 contro le 32 dell'anno scorso, nel 2020 è stata approvata una legge in più rispetto allo scorso anno: 27 quelle approvate a fronte delle 26 del 2019. Una produzione legislativa, sottolinea il Pirellone in una nota, che si è accompagnata a numerose "correzioni" e migliorie apportate al quadro normativo esistente. Tra i lavori dell'assemblea si contano 11 proposte di atto amministrativo e 17 proposte di nomina; significativa l'attività di indirizzo, con 13 Risoluzioni approvate, 67 mozioni e quasi 400 ordini del giorno.

Le Commissioni permanenti nel corso del 2020 si sono riunite 219 volte (233 le sedute dello scorso anno) e le Commissioni speciali e d'inchiesta 96 volte (lo scorso anno 47 volte), con l'istituzione di 19 gruppi di lavoro specifici all'interno delle singole Commissioni. Costante si conferma il numero di audizioni e incontri, 218 nel corso di quest'anno per un numero di 742 soggetti auditi a fronte dei 729 dello scorso anno, quando le audizioni erano state 220: una dato che conferma l'attenzione e la capacità di ascolto del Consiglio regionale nei confronti del territorio e la volontà di ricercare e concordare iniziative e soluzioni praticabili e condivise.

Tra gli eventi istituzionali del 2020 due visite al Pirellone: quella dell'Arcivescovo di Milano Mario Delpini e della senatrice Liliana Segre. A distanza di sei anni dalla visita del Cardinale Scola, la prima di un capo della Chiesa ambrosiana nell'Aula consiliare, martedì 28 gennaio Monsignor Mario Delpini ha tenuto un discorso ai Consiglieri regionali e visitato la sede del terzo parlamento nazionale. L'incontro con Liliana Segre, accolta in Aula consiliare l'11 febbraio e protagonista di una toccante testimonianza, è nato invece dall'approvazione quasi unanime di una mozione da parte dell'Assemblea regionale, un documento che aveva manifestato stima e solidarietà alla senatrice.