Lombardia, Lce e +Europa chiedono accesso a dati Covid trasmessi

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 28 gen. (askanews) - I consiglieri Elisabetta Strada (Lombardi Civici Europeisti) e Michele Usuelli (Più Europa-Radicali) hanno presentato all'assessore regionale lombardo al Welfare Letizia Moratti e al direttore generale Welfare Marco Trivelli domanda scritta di accesso agli atti per ottenere i dati degli ultimi mesi relativi alla pandemia da Covid-19, trasmessi dalla Regione al governo centrale per il calcolo dell'indice RT.

In particolare, si legge in una nota congiunta, Strada e Usuelli chiedono "di avere copia di tutti i dati che sono stati trasmessi da Regione Lombardia al Ministero della Salute per il calcolo dell'RT, da novembre 2020 a gennaio 2021", così come "di avere copia delle comunicazioni che sono state inoltrate da Regione Lombardia al Ministero della Salute relative alla richiesta di ricalcolo dell'RT, a seguito della classificazione in zona rossa di Regione Lombardia lo scorso 17 gennaio".

"Il Presidente Fontana continua ad urlare che siamo vittime di accanimento da parte del Ministero. È invece fondamentale fare chiarezza per il bene delle istituzioni e dei cittadini, che continuano a pagare sulla loro pelle. Che rendano trasparenti, come chiediamo da mesi, i dati e le comunicazioni, segno di responsabilità e chiarezza", ha dichiarato Elisabetta Strada, consigliera e capogruppo dei Lombardi Civici Europeisti.

"È da mesi che chiediamo di ricevere i dati completi e grezzi sulla pandemia in Lombardia, di certo non ci stancheremo adesso. In una democrazia è inaccettabile che una giunta lavori in maniera così oscura, e oltretutto che continui a non rispondere ai propri cittadini. L'istituzione della zona rossa ha portato danni enormi alla nostra regione: Moratti, Trivelli e Fontana non possono continuare a fingersi ciechi, sordi e muti di fronte alle nostre richieste. Se hanno fatto tutto giusto, non c'è motivo di nascondere i numeri. È il momento di fare chiarezza una volta per tutte", ha dichiarato Michele Usuelli, consigliere e capogruppo di Più Europa-Radicali.