Lombardia, legale Fontana: pm vogliono sciogliere dubbi

Fcz

Milano, 31 ott. (askanews) - "Voglio interpretare in senso positivo la richiesta di documenti avanzata dal pm con delega alla Guardia di Finanza. Dovendo decidere in ordine alla mia richiesta di archiviazione in ordine alla posizione del Presidente Fontana, evidentemente la Procura intende dare risposte che non lascino spazio a dubbi o a errori di diritto". Questo il commento dell'avvocato Jacopo Pensa, difensore del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, sull'operazione effettuata dalle Fiamme Gialle in Regione Lombardia per acqusire carte e documenti nell'ambito dell'inchiesta milanese che vede il governatore lombardo indagato per abuso d'ufficio in relazione alla nomina di Luca Marsico, suo ex socio in uno studio legale, come componente esterno del Nucleo regionale per la Valutazione degli investimenti pubblici.

"L'intento di verificare l'eventuale esistenza di un conflitto di interessi - spiega il legale - non può che significare l'abbandono dell'originale ipotesi accusatoria fondata sulla violazione del generale principio di trasparenza (articolo 97 costituzione)". Perciò, aggiunge l'avvocato Pensa, "ben venga l'approfondimento di tale tema che spazzerà via ogni residuo dubbio che i pm possono avere. Rimaniamo io e il mio assistito nella fiduciosa convinzione che non possa che confermare l'assenza di qualsiasi connotazione illecita nel comportamento del presidente Fontana".