Lombardia, M5s: da Regione risposte inaccettabili su biossido azoto

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 12 mag. (askanews) - La condanna dell'Italia da parte della Corte europea di giustizia per il superamento ripetuto del limite annuale fissato dall'Ue per il biossido di azoto (NO2) è "un fatto gravissimo, che conferma quanto cerco di portare all'attenzione di Regione Lombardia dall'inizio del mio mandato, ovvero che la salute ambientale della nostra regione è compromessa". Lo ha scritto in una nota il consigliere regionale del M5s, Marco Degli Angeli.

"L'Agenzia europea per l'Ambiente (Aea) ha già sottolineato come la Lombardia sia fra le aree più inquinate d'Europa, con Cremona capofila e seconda in Europa. Dopo la condanna da parte dell'Ue, mi chiedo se finalmente si inizierà ad agire, oppure si continuerà a mettere la polvere sotto il tappeto, minimizzando i dati sanitari come già fatto da troppi amministratori e forze politiche locali" ha aggiunto.

"Quello che più stupisce - ha continuato Degli Angeli - è la risposta arrivata da Regione Lombardia, sempre in cerca di giustificazioni e di qualcuno a cui scaricare le colpe. Che l'assessore Cattaneo asserisca come la sentenza di condanna non sia una sorpresa, perché era risaputo da tempo che sarebbe arrivata, è gravissimo".

"Se, come sostiene l'assessore, la situazione era nota, perché non si è fatto in questi ultimi dodici anni? Certo, la sentenza, stando a quanto asserisce Cattaneo, non comporta automaticamente sanzioni per il Paese. Comporta però danni inesorabili perpetrati ai lombardi e all'ambiente. Mi auguro che le parole spese oggi dalla Giunta si trasformino presto in azioni concrete" ha concluso l'esponente pentastellato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli