Lombardia, M5s: fondi a associazioni d'arma, ma se divulgano pace

Red-Asa

Milano, 27 gen. (askanews) - Le associazioni combattentistiche, d'arma e delle forze dell'ordine, per ricevere contributi regionali, devono svolgere "attività divulgative presso scuole e istituti di formazione lombardi volte a favorire la diffusione e la conoscenza delle vicende storiche connesse alla Prima Guerra Mondiale, alla Seconda Guerra Mondiale, all'Olocausto e alla Resistenza". Lo chiede il M5s in un emendamento, a firma del consigliere regionale Raffaele Erba, in occasione della discussione in Consiglio regionale della Lombardia di una proposta di legge regionale in materia. "Le associazioni potranno chiedere finanziamenti alla regione se faranno anche attività per la promozione della cultura della memoria sulla Resistenza e sull'Olocausto" ha commentato Erba in una nota.

"L'emendamento vuole che la legge indichi nero su bianco questi temi perché la diffusione della cultura della memoria e della pace è un elemento fondamentale nella crescita delle nuove generazioni. Molte associazioni d'arma fanno già attività negli istituti scolastici della Lombardia. Il nostro emendamento vuole però rafforzare e ampliare questa specifica forma di impegno. La conoscenza della Storia recente, delle guerre, degli orrori dell'Olocausto e della Resistenza costituisce un anticorpo contro l'odio e la violenza e favorisce l'arricchimento culturale dei giovani. La diffusione della cultura della pace deve essere tra gli obiettivi prioritari delle Istituzioni pubbliche" ha concluso.