Lombardia: a Milano 'smart&hack', gran premio talenti che unisce università e aziende

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 7 nov. (Adnkronos) – Parte da Milano il gran premio nazionale dei talenti senza scopo di lucro, 'Smart&Hack', acronimo delle parole inglesi 'smart' e 'hackathon', rispettivamente 'intelligente' e 'maratona'. Dedicato al tema della 'smart city: l’ecosistema per le città del futuro' e promossa dall’agenzia per il lavoro Risorse con il patrocinio della Regione Lombardia, la competizione (che si svolgerà in modalità remota per i concorrenti mercoledì 23 novembre, con la proclamazione del team dei vincitori giovedì 24 è stata presentata a Palazzo Isimbardi alla presenza dell’assessore regionale alla Formazione e Lavoro, Melania Rizzoli.

A partecipare alla competizione nazionale, ideata durante la pandemia nel corso del 2020 e della quale sono giù state realizzate le edizioni di Cuneo, Torino e Rimini, saranno più di 100 giovani innovatori delle università italiane tra cui l’Università degli Studi di Milano, l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, l’Università Sapienza di Roma e l’Università degli Studi di Napoli Federico II, così come gli studenti degli istituti tecnici superiori di diverse regioni italiane.

Le iscrizioni sono aperte fino al 13 novembre tramite il sito ufficiale della manifestazione: https://www.risorse.it/smart-hacks/smarthack-milano-2022/#richiediinfo. La challenge è pubblicata anche sul sito di Regione Lombardia nella sezione dedicata alla ricerca e all’innovazione: https://www.openinnovation.regione.lombardia.it/iniziative/open-challenge/le-sfide

"Vedere giovani studenti degli istituti tecnici superiori al fianco degli studenti universitari in un unico progetto -afferma Melania Rizzoli- è una grande soddisfazione. Con Smart&Hack assistiamo a quel lavoro di squadra di cui Regione Lombardia è forte sostenitrice; un lavoro che coinvolge istituzioni pubbliche e realtà private e unisce elementi quali formazione, istruzione, sostenibilità e innovazione. Inoltre, lo stretto rapporto tra aziende e studenti è quello che serve nel percorso verso la riduzione del mismatch lavorativo".

"In Lombardia -aggiunge il vicepresidente della Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Semplificazione e Istruzione, Fabrizio Sala- è tempo di smart cities e smart mobility. Le nuove tecnologie, infatti, le infrastrutture di connettività (5G, IoT ecc.) e per la mobilità (parcheggi, reti di ricarica, segnaletica, veicoli), nonché soluzioni e servizi innovativi sono pronte per rivoluzionare il trasporto di persone e merci. Per cui guardiamo con grande interesse a progetti come 'Smart&Hack’ che altro non fanno che valorizzare la nostra idea che mira a fare della Lombardia un hub europeo di ricerca e innovazione sulla mobilità. Un percorso che la Lombardia ha intrapreso lavorando in stretta collaborazione con gli Atenei lombardi, le imprese dell’automotive e con tutti i protagonisti di questo mondo in profonda trasformazione, compresi i cittadini".

I concorrenti di età compresa tra i 20 e i 26 anni avranno il compito di sviluppare nell’arco di otto ore progetti innovativi, mettendosi alla prova con una delle sfide lanciate da sei aziende pubbliche e private, rispettivamente Risorse, Acquedotto Pugliese, Forestami, Simone Micheli Architectural Hero, Vodafone Automotive e Zucchetti. In palio per il team vincitore ci sarà un doppio premio ossia l’avvio della collaborazione con l’azienda che avrà lanciato la sfida e buoni Amazon per un totale di 1.500 euro.

"Smart&Hack vuole promuovere un ecosistema innovativo -spiega Alessia Scarpa, responsabile dell’innovazione di Risorse- per la città del futuro. La competizione permetterà di sostenere l’innovazione intelligente, facendo incontrare il mondo scolastico con quello del lavoro rappresentato dalle aziende che hanno deciso di unirsi a noi".

Ecco le sfide: 1) Risorse richiederà di realizzare un progetto di sviluppo di un evento attraverso il metaverso per fare onboarding di giovani talenti in azienda. 2) Acquedotto Pugliese chiederà ai giovani in gara di sviluppare idee su come promuovere e trasferire in azienda la consapevolezza della sostenibilità. 3) Forestami domanderà ai concorrenti di immaginare la prossima campagna di comunicazione per sensibilizzare i cittadini della Città Metropolitana di Milano sull’importanza della forestazione urbana, suggerendo come creare una raccolta fondi da lanciare nel periodo natalizio. 4) Simone Micheli Architectural Hero proporrà di studiare come riqualificare e qualificare le periferie della Terra tramite l’utilizzo del metaverso. 5) Vodafone Automotive si rivolgerà alle nuove generazioni affinché indichino come sostenere la sicurezza sulle strade, riducendo gli incidenti e salvaguardando l’ambiente. 6) Zucchetti concentrerà l’attenzione degli studenti degli ITS e delle università sull’utilizzo della tecnologia (APP, IoT, NFC) per incoraggiare i cittadini ad adottare comportamenti virtuosi e scelte di mobilità sostenibile.

"Creare un network di giovani talenti -conclude Marco Pagano, ceo di Risorse- è per noi una sfida stimolante e di valore. Con la nostra sfida vogliamo mettere in luce il potenziale delle nuove generazioni, avvicinandole alle aziende del territorio in modo smart".