Lombardia: Moratti, 'revisione legge sanitaria sia il più condivisa possibile'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 4 giu. (Adnkronos) – La vicepresidente della Regione Lombardia, Letizia Moratti, spera che la revisione della legge regionale 23 sulla sanità sia "il più condivisa possibile" con "i contributi costruttivi" di tutte le forze politiche. "Grazie al confronto e al dibattito consiliare siamo aperti a considerare tutti i punti di vista per arrivare ad una riforma che sia la più condivisa possibile nella consapevolezza che la sanità è un bene pubblico e non può essere appannaggio di una parte", dice l'assessore al Welfare al convegno sui 'Modelli di governance dei servizi sanitari e socio sanitari regionali a confronto' dedicato alla riforma, in corso a Palazzo Pirelli.

"Questa sarà la prima legge sanitaria che – spiega – terrà conto del Pnrr e del contributo che ci deriva dal raccordo tra Governo e Unione europea, che va nella direzione di rafforzare le reti territoriali e il tema della digitalizzazione delle tecnologie a supporto della salute".

Moratti conta di approvare la legge "entro la fine dell'anno", arrivando "entro marzo del prossimo anno agli accordi di programma con il Governo". Entro dicembre, tra l'altro, "avremo un'indicazione precisa della localizzazione delle case di comunità e degli ospedali di comunità", nell'ambito dello sviluppo di maggiori reti territoriali, una delle 'lacune' emerse con la pandemia di Covid19.