Lombardia, ok dal Consiglio a proposta a Governo di estensione Zls

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 19 ott. (askanews) - Il Consiglio regionale lombardo ha approvato la proposta di legge al Parlamento, con la quale Regione Lombardia chiede di modificare la Legge di Bilancio 2018, al fine di superare l'attuale limite per l'istituzione di Zone Logistiche Semplificate (Zls) e di estenderlo in aree diverse da quelle portuali. Si tratta, in particolare, delle aree confinanti con Paesi extra-UE; aree interne, con particolare riguardo alle aree montane; aree in cui sia presente un'infrastruttura aeroportuale, con le caratteristiche stabilite dalla normativa UE sullo sviluppo della rete transeuropea dei trasporti (nel caso di Rl gli aeroporti di Linate, Mxp, Bg e BS); aree destinate alla ricerca, all'innovazione tecnologica e alla digitalizzazione (si pensi, per Rl, all'area Mind).

"Con questo atto chiediamo al Governo - ha commentato in una nota l'assessore a Enti locali, Montagna e Rapporti con la Confederazione Elvetica, Massimo Sertori - che queste zone speciali vengano estese anche ai territori di confine, alle aree montane e negli aeroporti, consentendo di beneficiare di agevolazioni fiscali e semplificazioni". "In base alla vigente legislazione statale - continua Sertori - nelle regioni più sviluppate le ZLS possono essere istituite nel numero massimo di una per regione, a condizione che nella regione sia presente almeno un'area portuale. Quindi, nel caso della Regione Lombardia, solo in aree comprendenti le zone portuali di Cremona e Mantova".

"Riteniamo invece - conclude Sertori - che anche queste ulteriori aree presentino peculiarità tali da giustificare l'applicazione di speciali condizioni che possano attrarre investimenti e, di conseguenza, favorire lo sviluppo produttivo ed occupazionale. Le nuove Zls, al pari di quelle già previste per le aree portuali, potranno così beneficiare di importanti misure di semplificazione amministrativa e burocratica nonché di incentivi fiscali, in analogia a quanto previsto a favore delle Zone Economiche Speciali (Zes) previste per le regioni del Mezzogiorno".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli