Lombardia: ok integrazione Cassazione su referendum L.elettorale

Lzp

Milano, 30 ott. (askanews) - Via libera in Commissione Affari istituzionali, presieduta da Alessandra Cappellari (Lega), all'integrazione del provvedimento approvato il 25 settembre scorso dal Consiglio regionale che chiedeva di promuovere il referendum abrogativo della quota proporzionale della legge elettorale. Hanno votato a favore del documento i gruppi di maggioranza, mentre il Pd non ha partecipato al voto e il Movimento 5 Stelle ha votato contro.

L'integrazione che andrà in Consiglio regionale per il voto finale martedì 5 novembre prossimo, è stata richiesta dalla Corte di Cassazione. La Suprema Corte aveva proposto ai promotori di integrare la formulazione del quesito con l'integrale trascrizione dei testi delle disposizioni di cui si chiede l'abrogazione e di cambiare la denominazione del quesito in: "Abolizione del metodo proporzionale nell'attribuzione dei seggi in collegi plurinominali, nel sistema elettorale della Camera dei Deputati e nel Senato della Repubblica".

"Abbiamo provveduto - ha commentato la presidente Cappellari - alle integrazioni richieste come è già avvenuto in qualche altra Regione che come la Lombardia lo scorso settembre aveva votato l'identico provvedimento. Martedì ci sarà il passaggio finale in Aula, dunque i tempi sono rispettati".