Lombardia, ok a relazione Agenzia controllo sistema sanitario

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 17 mar. (askanews) - La Commissione consiliare Sanità ha espresso a larga maggioranza (unico astenuto Luigi Piccirillo, M5S) parere favorevole alla Relazione annuale dell'Agenzia di Controllo del Sistema Sociosanitario Lombardo. Nel documento si evidenzia come, nonostante le difficoltà conseguenti alla pandemia, l'Agenzia ha perseguito gli obiettivi di indirizzo e coordinamento per le attività di controllo svolte dalle ATS, promuovendo e garantendo la trasparenza anche attraverso un sito web a disposizione dei cittadini e dal monitoraggio quadrimestrale.

"Per quanto riguarda gli altri obiettivi - ha sottolineato Barbara Mazzali (FdI), che ha illustrato il documento - è chiaro che vanno valutati tenendo conto dell'anno di pandemia che abbiamo vissuto e del fatto che le Ats hanno dovuto sospendere, parzialmente o totalmente, le routinarie attività di controllo. La situazione straordinaria che ha caratterizzato il 2020 ha portato alcune disomogeneità e criticità, ma il trend rimane positivo e di questo non possiamo che essere soddisfatti. Pur lavorando in un anno complesso e difficile, l'Agenzia si è dimostrata un valore aggiunto".

L'Agenzia di Controllo del Sistema Sociosanitario Lombardo (ACSS) è un organismo tecnico scientifico, terzo e indipendente, istituito con la legge regionale di riforma del Ssl - Sistema Sociosanitario Lombardo, per funzioni di controllo centrale, con autonomia d'azione e una visione d'insieme sull'intero sistema dei controlli. In particolare, la legge assegna ad ACSS funzioni di raccordo e coordinamento delle strutture delle Agenzie di Tutela della Salute (ATS) che si occupano di vigilanza e controllo in ambito sanitario e sociosanitario, al fine di garantire l'uniformità e l'equità delle attività di controllo esercitate sul sistema.

In particolare, la relazione evidenzia i risultati ottenuti a garanzia dell'equità di accesso ai servizi e a tutela del rispetto dei principi di efficienza, efficacia, qualità, appropriatezza ed economicità delle prestazioni e dei servizi erogati.