Lombardia: opere pubbliche, per i Comuni stanziati 100 mln

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 30 mar. (Adnkronos) – Altri cento milioni di euro che si aggiungono alle risorse già stanziate nella primavera dello scorso anno a beneficio dei Comuni lombardi per favorire la ripresa economica sui territori. Si tratta di un nuovo pacchetto che finanzia gli investimenti per fronteggiare l’impatto economico legato all’emergenza scaturita per il Covid-19, contenuto nella legge approvata oggi in Consiglio regionale della Lombardia con 42 voti a favore, 15 astenuti e 8 contrari.

Il provvedimento avrà ricadute in particolare su infrastrutture, viabilità, sviluppo sostenibile e dissesto idrogeologico. “Nel solco della legge che abbiamo approvato il 4 maggio scorso, riproponiamo un nuovo intervento di sostegno ai territori lombardi che vuole essere un ulteriore acceleratore per la ripresa economica", evidenzia il relatore e Vice Presidente della Commissione Bilancio Marco Colombo (Lega). Regione Lombardia "conferma e rafforza gli impegni e gli interventi a sostegno dell’economia in piena sinergia con gli amministratori locali", evidenzia il Presidente del Consiglio regionale, Alessandro Fermi.

I Comuni beneficiari dei contributi dovranno affidare i lavori per la realizzazione delle opere pubbliche entro il 10 settembre di ciascun anno, pena la perdita del contributo stesso. Al fine di consentire la tempestiva erogazione di anticipazioni agli enti che dovessero trovarsi in situazioni di carenza di liquidità, la legge introduce una anticipazione a Finlombarda pari a 76 milioni e 500mila euro. Considerato lo stato di emergenza epidemiologica, i contributi regionali assegnati possono ammontare sino al 100% del valore delle opere finanziate.