Lombardia: Peluffo (Pd), 'nostro candidato non può essere Moratti, lo si scelga con primarie'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 7 nov. (Adnkronos) – "L’accelerazione imposta alla campagna elettorale per le prossime elezioni regionali si è fatta vertiginosa, è anzitutto su questo che abbiamo tenuto nella mattinata di ieri la nostra assemblea regionale. È stata una discussione ricca, con oltre trenta interventi, in cui tutti hanno portato il loro contributo e il cui video integrale è disponibile qui. Abbiamo ribadito la nostra ferma intenzione di formare la più ampia coalizione possibile e di voler proporre a questa coalizione, come principale strumento per la scelta del candidato, quello delle primarie". Così il segretario regionale del Pd lombardo Vinicio Peluffo nella sua newsletter.

"Nei giorni scorsi -spiega Peluffo- ho detto e l’ho ribadito in assemblea che il nostro candidato non può essere Letizia Moratti, proposta da Calenda e Renzi, che sino alla mattina del 2 novembre è stata la vicepresidente di Regione Lombardia con pieni poteri, sostenuta da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia". Esponente cioè di "una destra profondamente divisa, che governa la Lombardia da trent’anni e che continua a lasciare irrisolti tutti quei problemi che non ci stanchiamo di denunciare e per cui sono necessarie le soluzioni che abbiamo nel nostro programma, dalla sanità, alle liste d’attesa, ai trasporti".

"Noi -prosegue- non imponiamo nulla a nessuno, siamo sempre stati costruttori del campo più largo possibile, ma allo stesso modo da nessuno accettiamo imposizioni. Entro breve avremo completato la costruzione della coalizione e deciso il metodo per la scelta del candidato, poi il 3 dicembre terremo la nostra conferenza programmatica che segnerà l’inizio di una campagna elettorale tanto difficile quanto entusiasmante, per vincerla".