Lombardia, più controlli presso Parco delle Groane e Parco Pineta

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 24 mag. (askanews) - Regione Lombardia ha deciso di aumentare i controlli all'interno e all'esterno del Parco delle Groane e del Parco Pineta nei territori di Milano, Monza, Varese e Como. Lo stabilisce una delibera che ha rinnovato i progetti che prevedono il presidio coordinato e congiunto tra le Polizie locali e Forze dell'ordine non solo di giorno ma anche durante la sera, la notte e nei festivi. Il provvedimento è stato approvato dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato. Sono stati stanziati complessivamente 130.000 euro (100.000 per Parco Groane e 30.000 per Parco Pineta) da destinare al lavoro straordinario degli agenti di Polizia locale da giugno a novembre 2022.

L'obiettivo dei progetti del Parco delle Groane e Parco Pineta è quello di combattere il traffico e lo spaccio di stupefacenti. E soccorrere e assistere le persone in situazione di tossicodipendenza, per avviarle verso un percorso di recupero. Infine, restituire le aree del Parco alla sicura fruizione dei cittadini.

"Le aree boschive usate per lo spaccio - ha dichiarato l'assessore regionale alla Sicurezza - sono un problema reale che va affrontato in sinergia con tutti gli attori del territorio. Con questo principio abbiamo sottoscritto accordi con le Prefetture e i Comuni territorialmente coinvolti. Lo scorso anno, con analoghe iniziative, i risultati sono stati molto apprezzati dai cittadini. Nel dettaglio, sono state sequestrate armi, sostante stupefacenti e arrestati spacciatori. Per questo abbiamo deciso di ampliare i progetti coinvolgendo più Comuni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli