Lombardia, primi sì a pdl revisione ordinamentale e semplificazione

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 27 apr. (askanews) - La Commissione Affari istituzionali del Consiglio regionale della Lombardia ha approvato a maggioranza due progetti di legge di revisione ordinamentale e di semplificazione. In particolare sono state approvate anche le modifiche tecniche concordate tra Regione Lombardia e Governo riguardanti la riforma sanitaria. "Ricordo che tali modifiche cambiano soltanto l'uno per cento della legge, non ne intaccano la sostanza e costringono Regione a un taglio di 100 milioni di trasferimenti statali destinati alla realizzazione di strutture territoriali" ha sottolineato in una nota la presidente della Commissione, Alessandra Cappellari (Lega).

Per quanto riguarda il progetto di legge di revisione ordinamentale, relatrice Alessandra Cappellari, interviene negli ambiti istituzionale, economico, territoriale e relativamente agli impegni col Governo (sanità). Il tema della sanità è stato inserito nell'articolo 10 dedicato appunto alle modifiche richieste dal Governo e concordate tra Regione e Ministero "in ottemperanza del principio di leale collaborazione istituzionale". Proprio la sanità è al centro delle motivazioni del voto contrario delle minoranze, che hanno dichiarato che alle modifiche avrebbe dovuto essere dedicato un provvedimento specifico con un dibattito adeguato.

La proposta di legge di semplificazione normativa (Illustrata da Francesco Ghiroldi, Lega) contiene per gli ambiti istituzionali, economico e territoriale, disposizioni in materia amministrativa, organizzativa e procedimentale. I due testi sono ora attesi dalla discussione definitiva in Aula consiliare, calendarizzata per martedì 10 maggio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli