In Lombardia progetto di legge chiede istituzione psicologo di base

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 27 apr. (askanews) - In Lombardia è stato presentato un progetto di legge regionale che punta a istituire lo psicologo di base, figura inserita e riconosciuta a tutti gli effetti tra le cure primarie grazie a uno stanziamento regionale quantificato in 12 milioni di euro. La prospettiva, nel lungo periodo, sarebbe poi quella di strutturare un'offerta psicologica integrata nel Sistema Sanitario Regionale che possa essere tempestiva, appropriata e sempre più vicina ai cittadini e al territorio.

Primi firmatari del progetto di legge sono la vice presidente della Commissione Sanità Simona Tironi (Forza Italia) e il consigliere Niccolò Carretta (Gruppo Misto - Azione). Il provvedimento nelle prossime settimane sarà all'esame della Commissione Sanità presieduta da Emanuele Monti (Lega). Lo "psicologo delle cure primarie", nelle intenzioni dei proponenti, opererà all'interno delle Case della Comunità in relazione ai problemi psichici dei pazienti e dei loro familiari e in stretta cooperazione con il medico e le altre figure specialistiche della sanità. Presterà il proprio servizio sia su sollecitazione del medico di base, sia su richiesta spontanea dei pazienti.

"È un progetto di legge nato dalla proficua collaborazione tra maggioranza e minoranza - hanno sottolineato in una nota Tironi e Carretta - con un unico obiettivo: garantire un'efficace e tempestiva risposta al bisogno sempre più emergente del disagio mentale. La pandemia infatti ha portato alla luce un evidente stato di disagio soprattutto nelle giovani generazioni che deve essere valutato e curato per tempo per evitare che possa diventare cronico".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli