Lombardia, ragazza ricoverata per trombosi dopo il vaccino

·1 minuto per la lettura
Covid
Covid

Una ragazza di 26 anni è stata trasportata al Policlinico di Milano, dopo aver manifestato una trombosi cerebrale. Il ricovero della paziente presso il nosocomio milanese è avvenuto circa quindici giorni dopo la somministrazione del vaccino contro il coronavirus prodotto da AstraZeneca.

Milano, 26enne vaccinata con AstraZeneca ricoverata per trombosi cerebrale

Nella giornata di lunedì 12 aprile, una giovane di 26 anni è stata ricoverata al Policlinico di Milano per una trombosi cerebrale, due settimane dopo essere stata vaccinata con il siero anti-Covid anglo-svedese AstraZeneca.

La segnalazione è stata ricevuta dal 118 nella serata di lunedì 12 e, in seguito all’arrivo dei soccorritori, si è resa necessaria l’ospedalizzazione al Policlinico. La gravità delle condizioni della donna, poi, ne hanno imposto il trasferimento presso il Centro trombosi coordinato dalla dottoressa Flora Peyvandi, designata come struttura di riferimento in simili circostanze.

In merito alla vicenda, è stato chiamato ad esprimersi l’Irccs di via Sforza che ha dichiarato quanto segue: “Non ci sono al momento elementi sufficienti per dare una risposta sull’eventuale correlazione di questo evento con la vaccinazione”.

Le condizioni cliniche della 26enne, infine, sono state commentate anche dall’ospedale milanese che ha spiegato: “La paziente è cosciente e risponde alle terapie. È in condizioni ritenute stabili, anche se la prognosi resta riservata”.