Lombardia, Regione semplifica ‘Dote Sport’: incentiviamo famiglie

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 20 set. (askanews) - Regione Lombardia semplificato i criteri del bando 'Dote Sport 2021', rendendo le procedure per chiedere i finanziamenti "più intuitive, con un taglio netto alla burocrazia e la verifica dei requisiti in tempo reale che faciliteranno la vita di tante famiglie, incentivandole ulteriormente ad avvicinare i propri bimbi e ragazzi all'attività fisica", ha detto Antonio Rossi, sottosegretario regionale allo Sport.

"Questa misura per il 2021 conta su una dotazione di 2 milioni di euro, è stata semplificata e potenziata", ha aggiunto Rossi. La Dote punta a fornire un incentivo per la pratica sportiva di bambini e ragazzi lombardi di età fra i 6 e i 17 anni. Copre in parte o totalmente le spese di un corso o di un'attività sportiva della durata di almeno 4 mesi da frequentare nell'anno sportivo 2021 - 2022 sul territorio regionale. La misura è rivolta alle famiglie in cui uno dei genitori o il tutore legale sia residente in Lombardia da almeno 5 anni. Si tratta di una forma di sussidio al reddito del nucleo dell'importo minimo per domanda di 50 euro e massimo di 200 euro.

La richiesta può essere presentata dai nuclei con Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) sino a 20.000 euro. Valore elevato a 30.000 euro nel caso di presenza tra i component famigliari di un minore con disabilità. Le richieste di contributo potranno essere presentate dopo la pubblicazione del bando, al momento prevista entro febbraio 2022.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli