Lombardia resta zona rossa

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Niente zona arancione per la Lombardia, che resta zona rossa. Il colore della regione, in base al rischio legato all'emergenza coronavirus, è confermato dall'ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza. La nuova ordinanza, come evidenzia il ministero in un comunicato, è valida fino al 3 dicembre, "ferma restando la possibilità di nuova classificazione prevista dal decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 3 novembre". La Lombardia, così come il Piemonte, proprio alla luce del Dpcm dovranno attendere almeno il 27 novembre per poter cambiare colore e approdare in una fascia con misure meno severe.

L'ordinanza arriva anche sulla scia dei dati registrati ieri nella regione. In Lombardia, secondo il bollettino del 19 novembre, i nuovi contagi sono stati 7.453. Sono stati resi noti altri 165 morti che portano il totale a 20.015 dall'inizio dell'emergenza nella Regione. I tamponi processati sono stati 37.595, mentre i guariti e i dimessi sono in tutto 3.791. Come anticipato dal governatore lombardo, Attilio Fontana, si è rivelato negativo il saldo tra nuovi ingressi in ospedale e guariti dal Covid-19, portando il totale dei posti occupati nei reparti della Regione a 8.291 (-32). In terapia intensiva i numeri sono saliti: sono 12 i nuovi ricoveri, per un totale di 915 letti occupati.