In Lombardia riserve idriche sotto minimi degli ultimi 15 anni

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 22 lug. (askanews) - La scarsità di precipitazioni che persiste ormai da dicembre sulla Lombardia ha ridotto il totale della riserva idrica (laghi, invasi ed equivalente idrico della neve) al di sotto dei minimi osservati negli ultimi 15 anni. Lo ha scritto in una nota l'Arpa, agenzia regionale per la protezione dell'ambiente. La quantità di riserva idrica su scala regionale registrata il 17 luglio si attesta infatti il 64% sotto la media del periodo 2008-2020, con l'equivalente idrico della neve (Swe) esaurito da oltre un mese e con i laghi e gli invasi ai minimi del periodo di riferimento.

Per i prossimi giorni sono attesi locali rovesci sui rilievi alpini e prealpini. Da lunedì 25 a giovedì 28 aumenta la probabilità di episodi temporaleschi sparsi, che occasionalmente potranno interessare anche la pianura. Nelle prime due settimane di agosto lo scenario più probabile ripropone temperature superiori alla norma e scarsità di precipitazioni.

La situazione a scala distrettuale è in linea con quella regionale: l'Osservatorio per gli utilizzi idrici dell'Autorità di Distretto ha stabilito per tutto il distretto padano un livello di severità idrica "alta". Inoltre, la presenza di un'area anticiclonica sul bacino del Mediterraneo continuerà a creare le condizioni favorevoli per la formazione e l'accumulo, anche nei prossimi i giorni, di inquinanti fotochimici.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli